Le langue d’oc

L’Occitano, lingua romanza derivata dal latino, si sviluppò alla fine dell’impero romano. Il termine occitano si deve a Dante Alighieri, che classificò per primo le parlate individuando tre idiomi: lingua del sì, italiano, lingua d’oil, oiltano o francese, e lingua d’oc, dal latino hoc est, è questo), occitano. Il termine occitano iniziò ad essere impiegato per le regioni in cui si parlava la lingua d’oc.
L’Occitano è parlato in Spagna (Val d’Aran), Francia (Alvernia, Guascogna, Lengadòc, Limosino, Delfinato, Provenza) e in Italia, nelle valli del Piemonte occidentale, vi sono comunità occitane che parlano la lingua d’oc, quella dei poemi cavallereschi e dei trovatori medievali.

Poesia di Daniele Dalmasso. Raccolta Linhas de temp

Prim jour
T’ai tengua si genolhs
Eres just naissua
Quora as dubèrt lhi uelhs
Per un moment
Ai vist tuchi lhi reires
Retornats al mond
Abo tu

Primo giorno
Ti ho tenuta sulle ginocchia
Eri appena nata
Quando hai aperto gli occhi
Per un momento
Ho visto tutti gli antenati
Ritornati al mondo
Con te