Soffitta

Mia cugina mi racconta: sai perché rivedo le mie compagne di collegio? Voglio scoprire chi mi ha procurato un castigo tanti anni fa. Una di loro ha buttato parte del pranzo sotto il tavolo. La responsabile del refettorio vuole la confessione, o tutte senza cena. È tardi è passata un’ ora, due, tre, silenzio; e cosa faccio? Dico: sono stata io, ma non era vero, tutte finalmente cenano; io in castigo nella bassa e buia soffitta. Non sono triste perché là avevo nascosto una scatola con delle mele, noci, castagne, risparmiate a tavola per averle a Natale. Quel tesoro mi avrebbe fatto sentire meno sola quando tutte avrebbero ricevuto doni e io no. Do un bacio alla scatola e dimentico la cena.

18 pensieri su “Soffitta

  1. rossasciamana

    Porti sempre qualcosa di interessante all’attenzione di chi ti legge Ghiandaia, anche questo “caso” non fa differenza in tal senso, convengo con chi dice che certe persone non cambiano, ma anche che da adulti dovrebbero. Ciao buona giornata.

    Piace a 2 people

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...