Il falò

Tre fuga inizio giugno 007Chi pensa che nei piccoli borghi in mezzo ai boschi ci sia silenzio, si sbaglia: c’ è vita. Le campane suonano l’ ora ad ogni quarto, all’alba si sente il canto del cuculo, il verso del barbagianni, i colpi del picchio, i salti dei caprioli. A giugno, nella notte di San Giovanni ci sono i falò; in una di queste notti nel borgo c’ è agitazione, c’ è scompiglio, la gente si avvicina, tende l’ orecchio, c’ è un avvenimento: “È NATA UNA BAMBINA”

10 Replies to “Il falò”

  1. Mi identifico in quella bambina! San Giovanni era una festa molto sentita anni fa. Si facevano falò, si cucinavano i tipici torcetti dolci e salati e si ballavano le danze tradizionali.
    Oggi non si fa più molto ma sarebbe una bella opportunità di incontro e anche di attrazione per i turisti…o forse è meglio dire…per gli ospiti!

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...