Viaggio

Il nonno della mia amica desidera rivedere, dopo 35 anni, la sorella in Sicilia, a Piazza Armerina. Partiamo dalla Liguria con la mia macchina, un' avventura! Nel tragitto ci forano le gomme, il nonno non si sorprende. Osserviamo il vulcano con le pietre grigie e nere. Alla miniera di zolfo ci dice che da bambino, …

Miele

Avventura di un apiario per un vasetto di miele. Il portico in legno copre l' alveare multicolore. Il motocarro che trasporta le arnie in cerca di buona fioritura, è stanco, vecchio, lento; è tamponato, due arnie si aprono, le api escono dai favi e invadono la strada. C' è chi cerca un affumicatore, chi una maschera, …

Il noce

18 anni, prima macchina, prima gita. Mamma voglio con me la nonna, dove la porto? Dove ha dei ricordi. Raggiungiamo la scarpata del fiume Stura dove c' è un lungo filare di noci. Guarda quel magnifico albero con una grande cavità provocata dal fulmine; quella nicchia nel tronco è stata il mio rifugio in tempo di guerra, …

Il fantasma

Un antica usanza del mio paese prevedeva che durante i funerali si indossassero abiti particolari che rappresentavano le varie confraternite. Gli uomini un saio blu o nero, le giovani veli e vestiti bianchi con striscia azzurra e le donne un ampia tunica giallo oro con un velo enorme. Una fredda sera d' inverno, una donna …

Il vuoto

Addio Mario, compagno di scuola e di scampagnate nei boschi alla ricerca di erbe officinali, frutti spontanei, more, mirtilli, fragole, lamponi e funghi. Gli telefono per caso, ha la voce stanca e strana, mi preoccupo e avverto la famiglia; mi dice "grazie" , è  l' ultima sua parola. Si addormenta per sempre vicino alle sue antiche arcate ricoperte …

Visita

Ero in clinica per una caduta. In paese si domandavano: com'è avvenuto? In molti sono venuti a trovarmi con dei fiori, dolci, bibite, giornali. Uno di loro che non conosceva il mio nome, creava confusione nel corridoio. Il personale si tratteneva dal ridere perché era vestito come se andasse al mercato, con un grande cappello di paglia …

Imprudente

Nel mio borgo non ci sono mezzi di trasporto, gli abitanti fanno l' auto stop, ci conosciamo tutti. Sono in macchina, un signore mi fa cenno, non lo conosco, penso che lavori alle poste, lo carico. Non parla, guardo nello specchietto, e noto che ha gli occhi stralunati e le sue mani sono vicino al …

Il secchio

Sul lungo mare incontro una vecchietta, piccola, minuta, guance rosse, capelli bianchi arruffati, occhialini azzurri, gambe divaricate, vestita sempre uguale come una divisa. Ha un bel sorriso, faccio amicizia, condivido con lei la scoperta di piccoli borghi nell'entroterra. Mi racconta che ha le gambe storte a causa della mungitura degli animali da latte. Il secchio …